Apple i problemi potrebbero arrivare dalla Cina

Con gli USA che hanno messo al bando Huawei, l’aziende di Cupertino rischia di diventare il prossimo obbiettivo nella guerra dei dazi. Anche se molti analisti pensano che Apple potrebbe spostare parte della produzione di iphone in altri paesi asiatici per ridurre il problema dei dazi.

Apple è uno dei marchi più conosciuti al mondo, per i suoi prodotti, per la sua storia, per il suo fatturato. Ed è anche una delle aziende con la più alta capitalizzazione di Borsa. Di recente in casa Apple ci sono stati forti cambiamenti anche tra i dirigenti per cercare di sollevare le vendite fiacche dei suoi prodotti in particolare del suo smarpthone, che per anni ha portato miliardi diodllari nelle casse della Apple.

Infatti 2/3 del fatturato di Apple arrivano dalla vendita di iphone, ma gli ultimi modelli non hanno riscosso grande entusiasmo,vendite in calo, prodotti che non entusiasmano, concorrenza agguerrita. Il prezzo troppo alto senza grande innovazione tecnologica allontana anche i fan più accaniti delle mela morsicata. Inoltre la concorrenza cinese e di Samsung è molto forte .

Due i problemi che mettono a rischio il modello di business della Apple, guerra dei dazi tra Cina e Usa, Apple potrebbe diventare vittima. E il via libera della Corte Suprema Usa alla causa per monopolio.

Vendite in calo di iphone, e guerra dazi tra Usa e Cina possono complicare le cose.

L guerra sui dazi tra Usa e Cina, che riguarda anche i componenti tecnologici ha complicato le cose.
Gran parte dei prodotti Apple vengono assemblati in Cina e poi esportati negli Usa, i dazi potrebbero colpire anche i prodotti Apple, vedremo. di recente il governo USA ha messo al bando la società icnese Huawei. Notizie negativa sia per l’andamento dei titoli tecnologici, ma anche per la stessa Apple, che rischia di subire pesanti limitazioni dal governo cinese come contromossa.

Corte Suprema via libera alla causa per monopolio.

Oltre ai dazi a minacciare il modello di business di Cupertino c’è il via libera della Corte suprema degli Stati Uniti, alla causa che accusa Apple di monopolio. Apple chiede ai proprietari di dispositivi iphone, tablet, di scaricare app solo dall’App Store, gonfiando artificialmente i loro prezzi con una commissione del 30%.