Categorie
Acquistare azioni

Comprare azioni Ferrero l’azienda di dolciumi di Alba

La Ferrero l’azienda italiana di Alba che produce la famosa Nutella se fosse quotata in Borsa sarebbe una di quelle aziende su cui investire parte dei propri risparmi.
Il Brand è forte, il marchio Ferrero è conosciuto in tutto il mondo, ritenuto tra i più affidabili, i suoi prodotti pure. Stiamo parlando di un’azienda che ha un’alta reputazione nel mondo. Nonostante le polemiche sull’olio di Palma utilizzato per la produzione della Nutella, non perché mette a rischio la salute di chi mangia la Nutella. Ma perché secondo molti la produzione dell’olio di Palma,sempre più utilizzato, è causa della deforestazione.

Ferrero non solo Nutella.

Dalla Nutella ai biscotti Ferrero continua ad allargare i suoi prodotti. Negli anni ha espanso il suo business all’estero, non solo vendendo prodotti alimentari con il marchio Ferrero ma anche acquisendo altre aziende alimentari. Grazie alle acquisizioni all’estero è riuscita a aumentare il fatturato e a ridurre la dipendenza dall’Italia.
Fa utili, il suo bilancio non è in perdita il suo fatturato supera i 10miliardi di euro, con utili che superano i 600milioni di euro, i dati risalgono al 2018.
Queste sono le caratteristiche ideali che dovrebbe avere una società.

Perchè Ferrero non è quotata in borsa?

Non è detto che quotarsi in Borsa oggi sia un vantaggio, a volte la speculazione può rovinare anche un’azienda sana. Ci sono vincoli da rispettare, costi da sostenere per la negoziazione in Borsa dei titoli. Ma non è questo il principale motivo.
Ferrero non ha bisogno di quotarsi perché riesce a raccogliere capitali per finanziare la crescita senza problemi. I suoi soci, la holding che controlla la Ferrero s.pa. con azionista appunto la famiglia Ferrero, è di diritto lussemburghese, non deve vendere azioni per finanziarsi.