Categorie
Articoli

Cosa sta facendo Unicredit?

Dopo che ha rivisto il piano industriale, ceduto partecipazione che non riteneva più rilevanti in giro per l’Europa, quasi ad ammettere gli errori della precedente gestione. La sensazione è che Unicredit stia riducendo l’esposizione sull’Italia.
Vediamo perchè.

Unicredit ha venduto Fineco.

Nel corso del 2019 Unicredit ha ceduto tutte le azioni di Fineco, da azionista di maggioranza ha azzerato la partecipazione, realizzando una bella plusvalenza che gli ha permesso di incrementare il Cet1.
Ha ceduto anche il marchio Fineco alla banca online.
Anche se dovrà rinunciare ai ricavi di Fineco.

Unicredit vende titoli di Stato.

Ha ridotto l’esposizione in BTP, Unicredit è una della banche più esposte sui titoli di Stato italiani. Hanno ridotto l’esposizione di 3miliardi di euro, adesso hanno oltre 40 miliardi di titoli di Stato italiani, ignoro quali siano le scadenze. Se lo spread rimane a questi livelli, crisi di governo permettendo, potrebbe ridurre ulteriormente il peso dei titoli che ha in portafoglio.
Ha spinto sull’acceleratore con le cessione di NPL, i crediti deteriorati, finanziamenti dove il debitore non riesce a rimborsare il finanziamento. Ceduti non solo per ripulire il bilancio, ma anche per vincoli imposti dalla BCE, ma forse anche perchè sta per scadere la garanzia di Stato?

Unicredit vuole separare le attività italiane da quelle estere.

Probabile creazione di una holding internazionale dove convogliare tutte le attività estere. Con sede in un paese dell’Unione con tripla A. Le attività italiane non finiranno nella holding.

Unicredit non è più azionista di Mediobanca.

Ha venduto tutte le azione che aveva di Mediobanca,partecipazione storica che aveva da oltre 50anni, attualmente era in possesso dell’8% del capitale della banca di Piazzetta Cuccia.
Ha ceduto le azioni ad un prezzo di poco superiore a quello di carico realizzando una piccola plusvalenza.
Adesso che stava ritornando interesse sulle azioni Mediobanca.
Evidentemente l’ad Mustier ritiene che il titolo sia valutato correttamente e gli acquisti di Del Vecchio non spingeranno più di tanto al rialzo il prezzo delle azioni Mediobanca.

Credo che questo sia sufficiente per ipotizzare che Unicredit, sta riducendo di molto la sua esposizione nel Belpaese.