I mercati azionari sono scesi molto, ma dove si fermeranno?

Dopo l’ufficializzazione del primo contagio di coronavirus in Italia, i mercati azionari hanno iniziato a sbandare, si teme un forte crollo dell’economia in tutto il mondo.
Anche perchè non è solo un problema italiano, se gli altri Stati hanno un numero minore di contagiati e perché adottano misure diverse dalle nostre per contrastare il virus.
I tamponi utilizzati per capire se una persona è stata infettata dal virus costano molto.
Negli anni in tutto il mondo è stata ridotta la spesa per la sanità pubblica e adesso in piena emergenza si trova in difficoltà. Così si fanno pochi tamponi.

Se guardiamo il grafico degli indici americani che fino a poco tempo fa viaggiavano sui massimi storici la discesa è impressionante, da anni non registravano giornate così negative.
Nemmeno il taglio dei tassi della Fed che inizialmente ha fatto slaire le borse americane è servito a portare la calma.
Rispetto alla Fed la Bce ha un problema in più i tassi sono già bassi, il suo intervento per evitare òa recessione potrebbe essere limitato.

In questo momento il problema non è il virus ma il panico, il panico è contagioso e fa compiere azioni strane alle persone.
Come correre nei supermercati per acquistare ogni tipo di prodotto dagli alimentari, farmaci, disinfettanti. Conseguenza di questa corsa agli acquisto l’aumento indiscriminato di diversi prodotti.

Fortunatamente le temperature si stanno alzando e questo insieme alle misure prese dal governo dovrebbe rallentare la diffusione del virus. Sicuramente il blocco non servirà ad eliminare il virus, ma in questo momento ci serve tempo e cercare di rallentare il contagio.
Il problema dell’Italia è l’età della sua popolazione, per questo si registrano più casi di persone che hanno bisogno di cure ospedaliere.
Non voglio sottovalutare il problema, e non sto dicendo che ci sia allarmismo, voglio solo sottolineare che il comportamento delle persone in questo moneto è irrazionale.

Entrare in questo momento sul mercato azionario forse è troppo presto perchè non sappiamo quali saranno gli effetti sull’economia.
Quanto tempo ci servirà per sconfiggere il virus, forse è melgio attendere un ribasso più forte e poi decidere se iniziare ad acquistare qualcosa.

Un punto di riferimento potrebbe essere la Cina, dobbiamo capire se sono riusciti a rallentare il contagio e quando ripartiranno.