Perchè il prezzo del petrolio è andato sottozero?

La guerra tra Arabia Saudita,Russia e Stati Uniti sul prezzo del petrolio per il controllo del mercato dell’oro nero rischia di avere risvolti imprevisti.
Se fino a qualche mese fa si pensava che il calo del prezzo del greggio potesse essere solo un problema per l’industria petrolifera americana che produce lo shale oil, petrolio ch esi ricava dalla frantumazione delle rocce, che per stare in piedi ha bisogno di un prezzo del greggio attorno ai $50 dollari al barile. Sovvenzionata da contributi statali per fare stare in piedi i produttori americani e consentire agli Stati Uniti dii diventare indipendenti.
Il crollo dei prezzi del greggio con il contratto futures scadenza a maggio andato in negativo, forse nemmeno nella depressione del 1929 si è visto qualcosa di simile, inizia ad essere un problema anche per Arabia Saudita e Russia. E per tutti i paesi produttori.

Cosa ha spinto il prezzo del futures così in basso?

Scadenze tecniche, il 20 aprile 2020 era l’ultimo giorno di contrattazione del contratto in scadenza in maggio. Quindi gli investitori vendono per passare alla scadenza successiva.
Ha influito anche la speculazione, gli ETF che gli investitori stanno acquistando perchè scommettono sulla ripresa dei prezzi del greggio. Pensano che sia arrivato il momento di acquistare. Ma questa massa di miliardi ha contribuito all’aumento del contango. Il crollo della domanda di petrolio se prima servivano 100milioni id barili al giorno, adesso la domanda si è dimezzata.
Stoccaggio quasi esaurito, significa che non sanno dove mettere il petrolio e il venditore paga il compratore per farselo portare via. Più le previsioni negative dell’economia mondiale hanno spinto il prezzo del greggio scadenza maggio in negativo.

Quali sono le previsioni?

A causa del calo del prezzo molte industrie potrebbero fermare la produzione perché sta diventando troppo costoso, e perché non sanno dove mettere il petrolio. Tutti i paesi produttori di greggio da quelli grandi a quelli piccoli sono in difficoltà.
I paesi produttori potrebbero tagliare nuovamente la produzione di barili al giorno.
Trump deve fare qualcosa per evitare il fallimento del aziende americane che producono lo shale oil, ma rischia che il suo intervento diventi aiuto di Stato. Per farla breve si attende qualche intervento che possa sollevare i prezzi anche se momentaneamente, perchè in futuro dipenderà da come uscirà l’economia mondiale dall’emergenza coronavirus. Perchè per molti mesi si andrà avanti a regime ridotto