Quali effetti ci saranno dalla decisione della Fed

A fine agosto 2020 la Fed ha preso una decisione importante un cambio di strategia storico. Ha deciso che lascerà i tassi a zero anche se l’inflazione supererà il 2%, questo significa che i tassi rimarranno a questi livelli per diverso tempo. Fino a quando? Dipende dal tasso di crescita dell’inflazione nei prossimi mesi.

La mossa della Fed ha un doppio effetto psicologico, dopo gli stimoli monetari die mesi passati e quelli per sostenere il reddito delle persone rimaste senza lavoro, serviva una misura importante. Ci sarà abbondante liquidità da riversare sui mercati e da spendere. I tassi sui finanziamenti come mutui, prestiti, ma anche sulle carte di credito tanto amate dagli americani scenderanno, più solidi nelle tasche degli americani. La decisione è stata presa a causa della depressione causata dal covid, che ha colpito l’occupazione in molti settori. 

Probabilmente anche le altre Banche Centrali si muoveranno nella direzione della Fed. Per l’Europa sarà un problema a causa delle preoccupazioni della Germania  sull’inflazione, teme che una politica troppo espansiva della BCE possa portare a un aumento dell’inflazione. Situazione appesantita dal cambio euro dollaro, con l’euro che potrebbe apprezzarsi sul dollaro riducendo le nostre esportazioni.