Categorie
Guide

Quando la Borsa crolla chi compra le azioni?

Anche nelle fasi ribassiste dei mercati quando ci sono tanti venditori e pochi compratori e i prezzi calano, c’è sempre qualcuno interessato all’acquisto dei titoli azionari.
Se così non fosse ci sarebbe un problema di liquidità.
Se c’è tanta offerta e poca domanda i prezzi crollerebbero fino a quando domanda e offerta non ritornano in equilibrio. Sono tanti i motivi che hanno causato il ribasso dei prezzi .

Ma perché qualcuno dovrebbe acquistare quando tutti vendono?

Dipende sempre da cosa ha causato il ribasso, quindi prima di acquistare è meglio indagare sulle origini del ribasso. Ad esempio se il titolo azionario crolla perchè ha problemi di liquidità, perdite di ricavi che mettono in pericolo la società è meglio non entrare. In questo caso chi compra lo fa perché scommette su inversione del trend negativo, anche solo per breve tempo. Oppure perché ha venduto allo scoperto scommettendo sul ribasso del titolo e si ricopre.

Quando si tratta di azioni di società solide che vengono vendute perché è uscita una notizia negativa nel breve termine. Oppure perchè il sentiment del mercato è peggiorato, ma queste nuove informazioni non incidono minimamente sui bilanci futuri dell’azienda, di solito a comprare sono investitori che approfittano dei ribassi per entrare sul titolo perché scommetto su un rimbalzo. Investitori che hanno acquistato le azioni a prezzi maggiori, approfittano dei saldi per fare media.
Investitori professionali che aggiustano la loro partecipazione sul titolo.
Oppure chi prima aveva venduto le azioni allo scoperto, scommettendo sul ribasso, si ricopre riacquistando i titoli .