Categorie
Guide

Come scegliere il timing per acquistare o vendere un titolo azionario?

Il timing, ovvero l’ingresso o l’uscita da un investimento è molto importante, ma non è semplice scegliere il momento giusto per acquistare o vendere.

Non esiste la strategia migliore ci sono trader che acquistano e vendono prendendo decisioni su grafici di Analisi tecnica. Creano un grafico con l’andamento dei prezzi, poi individuano i supporti che di solito sono i minimi di periodo registrati dal titolo, le resistenze dei livelli di prezzo che il titolo non è riuscito a superare.
Si tracciano supporti e resistenze per individuare i punti di ingresso.

Ci sono trader più evoluti che utilizzano l’econometria, si utilizzano modelli matematici e statistici per individuare il momento migliore per acquistare o vendere un titolo. Con le correlazioni e analisi di regressione lineare si possono creare dei modelli di previsione. Per realizzare i modelli si utilizzano i rendimenti passati dell’azione e non i prezzi come nell’analisi tecnica. Perchè i rendimenti seguono un percorso stazionario, regrediscono verso la media. Mentre i prezzi non sono stazionari, sono  frutto di un processo casuale più difficile da prevedere.

Altri ancora basano le loro scelte studiando i fondamentali delle società quotate, controllano i bilanci li confrontano con i bilanci delle società concorrenti, analizzano il settore dove opera la società. E cercano di capire quando un titolo è sottovaluto oppure sopravvalutato. Diciamo che il mercato quasi sempre prezza la società correttamente. Sono i forti movimenti che possono creare disallineamenti tra il valore corretto della società e il prezzo delle azioni.